Filtrazione a membrana per la produzione di formaggio

La filtrazione a membrana trova numerose applicazioni dell'industria della produzione di formaggio, migliorando la qualità del prodotto e l'efficienza dei processi e aumentando, in tal modo, il rendimento e la produttività dell'impianto. L'utilizzo della filtrazione a membrana, come alternativa alle tecniche di produzione del formaggio tradizionali, può inoltre stimolare l'innovazione in questo settore estremamente competitivo.

Standardizzazione del latte per formaggi

La composizione del latte per formaggi varia a seconda dell'origine del latte e di fattori come i cambiamenti nella dieta negli allevamenti bovini che si verificano durante l'anno. La tecnologia di filtrazione a membrana di GEA può essere utilizzata per standardizzare il contenuto di grassi e di proteine del latte per soddisfare i requisiti specifici di ogni formaggio e per compensare eventuali variazioni della composizione del latte. Ciò significa che i produttori di formaggio possono utilizzare lo stesso processo di lavorazione per tutto l'anno, avendo la certezza di ottenere un prodotto finale costante.

Lavorazione del formaggio

La filtrazione a membrana di GEA può essere utilizzata in alternativa alle tecniche di produzione del formaggio tradizionali, ad esempio per la separazione del siero dal lattecon o senza l'aggiunta di agenti coagulantiper migliorare il rendimento e alterare le caratteristiche del formaggio come parte dello sviluppo di nuovi prodotti.

Chiarificazione della salamoia per formaggi

La salamoia è utilizzata per la salatura di molti tipi di formaggio. Durante il processo, i grassi e le proteine vengono espulsi dal formaggio nel bagno di salamoia. La salamoia può anche essere contaminata con lieviti e muffe che possono alterare il sapore del formaggio e avere un effetto negativo sulla durata del prodotto. Tuttavia, lo smaltimento della salamoia è costoso e spesso proibito a causa del suo elevato contenuto di sale. La tecnologia di ultrafiltrazione di GEA può rappresentare una tecnica pratica ed ecocompatibile per la separazione dei grassi, delle proteine e delle cellule di muffa e di lievito dalla salamoia in modo che questo bagno salato possa essere riutilizzato più volte e il suo equilibrio chimico mantenuto.

Fortificazione del latte per formaggi

Oltre alla standardizzazione del latte, le tecnologie di ultrafiltrazione di GEA possono essere utilizzate per fortificare il latte lavorato, aumentando la concentrazione dei grassi e delle proteine (specialmente la caseina) essenziali per la produzione del formaggio e riducendo la percentuale di componenti meno importanti come il lattosio. Questa operazione riduce il volume globale del fluido di processo, consentendo ai produttori di formaggio di aumentare l'efficienza delle immobilizzazioni materiali a valle rimuovendo, prima della lavorazione, i componenti non essenziali che diventerebbero altrimenti parte del flusso di siero. I livelli di fortificazione possono essere adattati alla capacità dei processi a valle, benché, generalmente, la concentrazione di grassi e proteine nel latte lavorato viene aumentata fino al 25%. 

 

Acqua di lavaggio, CIP e recupero del prodotto

GEA offre inoltre le sue collaudate tecnologie di filtrazione a membrana per il recupero dell'acqua di lavaggio, dei prodotti chimici destinati alle operazioni di CIP (clean-in-place) e dei residui di prodotto. Riducendo l'utilizzo di materie prime, supportando un processo più sostenibile dal punto di vista ambientale e generando un flusso di prodotti a valore aggiunto, l'applicazione di queste tecnologie garantisce risparmi di denaro.