Liofilizzatore Liofilizzatore RAY™

Prodotti liofilizzati di qualità superiore

L'impianto di liofilizzazione partitaria RAY™ è progettato per la produzione di prodotti di volume medio-piccolo quali caffè istantaneo e tè, nonché frutta, verdura, carne, pesce e pasti pronti liofilizzati. È anche disponibile in versione sanitaria per la liofilizzazione di batteri, enzimi e altri prodotti bioattivi.

Il processo

Liofilizzatori RAY prodotti 1200x675

L'impianto di liofilizzazione partitaria RAY™ è una camera con uno sportello per il caricamento e lo scarico.
All'interno vi sono diverse piastre riscaldanti in alluminio anodizzato. Nel sistema circola acqua calda per garantire un trasferimento di calore efficiente mediante radiazione del prodotto da liofilizzare. Durante il processo di liofilizzazione è possibile regolare la temperatura dell'acqua per ottenere turni di evaporazione ottimali ed evitare il surriscaldamento dei prodotti.

Il prodotto viene posto sui carrelli in quantità già pesata o per volume in forma congelata. Caricando correttamente la camera, le vaschette con il prodotto vengono collocate tra le piastre riscaldanti per un trasferimento di calore ottimale per radiazione. Evitare il contatto diretto tra le vaschette e le piastre riscaldanti per evitare danni al prodotto. Il modulo di condensazione del vapore in acciaio inossidabile è integrato nella camera. Del liquido NH3 circola nella tubazione su cui si condensa il vapore acqueo sublimato.

 
Liofilizzatori RAY prodotti2 1200x675

Le camere RAY™ di dimensioni maggiori (misure 75, 100, e 125) sono dotate di condensatore di vapore doppio per lo sbrinamento continuo (CDI). Quando è necessario sbrinare uno dei condensatori di vapore (in genere dopo un'ora di funzionamento), la sezione viene isolata mentre l'altro assume la funzione di condensazione.

Per sciogliere il ghiaccio accumulato viene inserito del vapore acqueo a 25°C all'interno della camera. Il vapore acqueo condenserà sulla superficie ghiacciata del condensatore, sciogliendo il ghiaccio. Per riportare il condensatore sbrinato alle condizioni di funzionamento, eventuale vapore residuo all'interno della camera del condensatore dovrà venire condensato raffreddandolo fino a raggiungere la temperatura e il vuoto di esercizio. Quando sarà necessario un nuovo ciclo di sbrinamento si potrà effettuare un passaggio diretto senza perdere il vuoto d'esercizio.

A seconda delle dimensioni, i liofilizzatori RAY™ sono dotati di un condensatore di vapore interno con il sistema sbrinante integrato, esclusivo di GEA, o di un sistema sbrinante a scarico di acqua. Rispetto ai sistemi con condensatore esterno, il primo tipo di sistema non solo risparmia spazio, ma è più affidabile, non provoca perdite di prodotto e consuma meno energia, garantendo pertanto una migliore efficienza generale. Il sistema sbrinante a scarico di acqua presenta costi di investimento minimi ed è di facile utilizzo, risultando così la soluzione più praticabile per le installazioni più piccole.