Spray dryer

Spray dryer FSD®

La maggior parte delle industrie ha una forte richiesta di prodotti in polvere uniformi, agglomerati, scorrevoli e non polverosi. Lo spray dryer FSD® è la soluzione ideale per produzioni di questo genere.

Lo spray dryer FSD® unisce le tecnologie di essiccazione per nebulizzazione e a letto fluido, ed è progettato per fornire la massima efficienza e la migliore qualità in fatto di polveri agglomerate. Il design, specifico per le diverse industrie, si è guadagnato una fama internazionale fra i produttori di prodotti alimentari e composti chimici.

Il processo di essiccazione

FSD Dyestyff di GEA Niro

Lo spray dryer FSD® procede in tre fasi successive, ciascuna adattata al contenuto di umidità presente durante il processo di essiccazione.

Il liquido viene atomizzato e immesso nella camera di essiccazione mediante una serie di ugelli. Attraverso il dispersore, l'aria di essiccazione entra ad alta velocità, garantendo una miscelazione ottimale con il liquido atomizzato. L'evaporazione avviene istantaneamente durante il passaggio delle gocce attraverso la camera di essiccazione. La camera di essiccazione e il flusso d'aria sono stati progettati per evitare che le particelle aderiscano alla camera di essiccazione, conducendole direttamente nel letto fluido integrato sul fondo della camera di essiccazione, dove si svolge la seconda fase. Infine, la polvere viene scaricata all'interno di un letto fluido VIBRO-FLUIDIZER™, dove avvengono l'essiccazione e il raffreddamento finali.

L'aria di essiccazione fuoriesce dalla sommità della camera, producendo così una seconda agglomerazione molto ben definita grazie alle polveri fini contenute nell'aria di essiccazione che si scontrano con lo spray proveniente dagli ugelli. L'aria di sfiato attraversa un filtro che separa le particelle residue. Le polveri fini scaricate dal filtro verranno reimmesse nella camera di essiccazione e, a seconda del grado di agglomerazione richiesto, verranno direzionate o verso il letto fluido statico oppure in una struttura a ugelli. Se sono necessarie polveri non agglomerate, le polveri fini verranno condotte direttamente al letto fluido VIBRO-FLUIDIZER™.

Agglomerazione supplementare
Applicando l'FSD-GRANULATOR™ è possibile eseguire un'agglomerazione supplementare a quanto si ottiene reimmettendo le polveri fini all'interno della camera di essiccazione. Questo sistema brevettato consente di aggiungere del liquido all'interno del letto fluido statico integrato, una funzionalità non disponibile negli essiccatori tradizionali. Può trattarsi di acqua, di liquidi della stessa composizione del materiale da essiccare, di melt o di soluzioni contenenti varie sostanze.

Approfondimenti GEA

Dall'aria

L'accesso all'acqua potabile e ai servizi igienici è ancora difficile in molti Paesi. Le malattie causate dalla contaminazione dell'acqua potabile e la strada da percorrere ogni giorno per procurarsela impediscono a molti bambini...

I dipendenti GEA sono persone con un obiettivo

Nel perseguire la sua missione principale - Engineering for a better world - GEA si propone come datore di lavoro d'eccellenza che offre ai dipendenti l'opportunità di sviluppare soluzioni, collaborare tra le varie...

Exploring the water footprint of milk, cheese, chocolate & more

We have compiled for you the amount of water it takes to produce favorite brunch ingredients. As our freshwater resources are increasingly threatened by climate change and pollution, we at GEA are working on technologies to help...

Ricevi notizie da GEA

Resta in contatto con le innovazioni e le storie GEA iscrivendoti alle news di GEA.

Contattaci

Siamo qui per aiutarti! Solo pochi dettagli e saremo in grado di rispondere alla tua richiesta.