GEA ottimizza l'utilizzo dell'impianto nel birrificio Gutmann di antica fondazione

Il sistema CIP nel birrificio che produce birre di frumento in Bavaria

Il birrificio Gutmann, che produce birra di frumento, a Titting, Bavaria, è di proprietà e conduzione famigliare ed è attivo dal 1855. Dal 1913, a Titting si produce birra di frumento. Nel corso degli anni, la famiglia Gutmann si è specializzata in questo tipo di birra e utilizza ancora il metodo tradizionale originale. In aggiunta alla qualità di prodotto, che deve essere costantemente elevata, la preservazione delle risorse naturali è una priorità per il birrificio. Tale intento è esplicitato nella gestione ambientale del birrificio certificata secondo la norma DIN EN ISO 14001:2004. Uno degli obiettivi è la riduzione continua del consumo di energia e d'acqua.

In considerazione di tali finalità, nel 2009 i processi CIP del birrificio sono stati attentamente analizzati. GEA ha presentato il suo nuovo concetto CIP e ne ha dimostrato i vantaggi facendo un confronto diretto con il processo CIP esistente. Il concetto CIP precedente di Gutmann Brewery includeva la pulizia automatica dei tini nell'ordine seguente: tino di ammostamento/caldaia 1, tino di ammostamento/caldaia 2, tino di decantazione, vasca di mescolatura, caldaia di primo mosto, chiarificatore Whirlpool. Dopo la pulizia dei tini di birrificazione si pulivano le tubazioni tramite un ciclo manuale di lavorazione con soda caustica. Il concetto di aggiornamento sviluppato da GEA prevede la pulizia combinata di tini e tubazioni, il ciclo di lavorazione con soda caustica non è richiesto.

Monitoraggio preciso del processo di pulizia

Il mastro birraio Richard Hofmeier nella sala cottura

Per consentire un confronto diretto, il sistema CIP Gutmann è stato preparato per il metodo di pulizia esistente esattamente nello stesso modo come per il processo di pulizia moderna e sono stati dosati i detergenti. In questo modo, si è assicurato che i serbatoi CIP non solo avessero la stessa concentrazione ma anche le stesse temperature e livelli di riempimento. In seguito, tutti i valori dei contatori nel sistema di controllo di processo sono stati azzerati (tempi di funzionamento di pompe, misuratori acqua e misuratori di flusso per i detergenti concentrati). Per entrambi i metodi, è stato necessario effettuare una volta un dosaggio supplementare di soda caustica e acido tra le fasi di pulizia per assicurare l'efficacia di pulizia. Al termine della pulizia della sala di cottura, tutti i detergenti nei serbatoi CIP sono stati nuovamente dosati alla concentrazione corretta per ricreare la situazione iniziale e consentire quindi un confronto diretto dei due metodi differenti. I processi di pulizia di entrambi i concetti sono stati osservati e documentati. Sono stati determinati i tempi di lavaggio, il consumo di energia elettrica così come il consumo di detergenti, H2O2- rinforzanti di pulizia e acqua.

Il confronto ha evidenziato che dopo l'aggiornamento CIP di GEA il consumo dei detergenti si è ridotto. La nuova configurazione delle aree CIP ha avuto un effetto positivo anche sul consumo energetico durante la pulizia. Il consumo energetico superiore del concetto precedente può essere attribuito al ciclo di lavorazione con soda caustica.

Vantaggi risultanti
L'aggiornamento dei processi CIP consente un vantaggio temporale di circa 3 ore. Ora, la presenza del birraio in sala cottura non è richiesta durante queste tre ore consentendo al cliente di risparmiare sul costo di manodopera. Inoltre, il nuovo concetto rende possibile effettuare contemporaneamente i processi di produzione e i processi di pulizia CIP. Se l'utilizzo massimo delle apparecchiature, in particolare nei periodi di punta, è una priorità per il birrificio, in questa area si trova il massimo potenziale di risparmio. Poiché la sicurezza del prodotto è assicurata in tutta la rete di tubazioni delle sezioni individuali dell'impianto, la produzione può essere avviata prima e si possono creare delle capacità addizionali.
Uno dei requisiti chiave del progetto era la sicurezza massima del prodotto. Il concetto innovativo CIP di GEA è uno strumento utile per massimizzare la produzione con solo poche modifiche meccaniche. Nella valutazione finale dei concetti, il concetto CIP sviluppato a Kitzingen aveva vantaggi significativi in termini di costi e consumi energetici e, al contempo, di disponibilità superiore dell'impianto. Dopo la preparazione del concetto e l'effettuazione dell'ordine, a GEA sono stati sufficienti soli 4 mesi per l'esecuzione e la messa in servizio di successo.

Indietro