BRF (Olanda) acquistò il prototipo del primo CookStar e lo sta ancora utilizzando regolarmente dal 1993

Profilo del cliente

All’inizio degli anni ‘90, quando l’ulteriore trasformazione dei prodotti alimentari iniziava a prendere piede, BRF (ex Plusfood poi divenuta Friki) svolse un ruolo pionieristico in Olanda. Ale Douma, allora Direttore tecnico, ricorda come GEA (all’epoca chiamata Koppens) aiutò la sua azienda a trasformare un processo che richiedeva una notevole manodopera in una delle linee più avanzate del momento. La collaborazione portò al CookStar, il cui prototipo sta ancor oggi funzionando in modo affidabile nel loro stabilimento. 


"1000 kg all’ora, 24 ore al giorno, cinque giorni la settimana. Da più di 25 anni!" Jan Bergsma

La sfida

Jan Bergsma e Ale Douma

Dice Ale: “Stavamo usando molta manodopera per preparare i nostri prodotti a base di pollo e i costi erano sempre più alti. Friggevamo e poi cuocevamo in forni discontinui con una capacità molto limitata. Mi serviva una soluzione in linea”. Dopo aver fatto ricerche su quanto stava avvenendo negli Stati Uniti, dove la tecnologia dei forni in linea offriva lunghezze di oltre 20 metri, BRF cercò un partner più vicino a casa. BRF aveva testato le sue idee. E il rapporto con GEA era buono. “Le nostre due aziende avevano un atteggiamento simile nei confronti dell’innovazione e simili culture. Ci fu affinità sin dall’inizio. Avevo bisogno di un forno con un nastro di 70 metri. Più lungo della nostra fabbrica! Bisognava puntare su una soluzione a spirale!” continua Ale. All’epoca questa configurazione era utilizzata per i surgelatori industriali ma non per i forni.

“Le nostre due aziende avevano un atteggiamento simile nei confronti dell’innovazione e simili culture. Ci fu affinità sin dall’inizio” Ale Douma

La giusta capacità

Prodotti finali impanati da BRF su nastro

Il risultato fu un prodotto completamente nuovo. Jan Bergsma, direttore della produzione, aggiunge: “Poiché si tratta di un forno a doppia spirale, entrata e uscita sono sullo stesso livello. Una caratteristica esclusiva che preserva la qualità del prodotto. Ma il vero vantaggio è stato l’enorme incremento della capacità. 1000 kg all’ora, 24 ore al giorno, cinque giorni la settimana. E continua a lavorare in qualsiasi condizione”. 

Venticinque anni dopo, il forno originale è ancora allo stesso posto. E il rapporto fra le due aziende è più forte che mai. “Il CookStar ha cambiato le nostre modalità di cottura” continua Ale.

25 anni di innovazione con GEA CookStar

Con l’introduzione di CookStar, il primo forno a spirale a 2 zone al mondo nel 1992, GEA iniziò a imporre nuovi standard nella cottura industriale. Il concetto, che si è poi evoluto nel tempo nell’unico sistema di cottura a tre fasi in un forno a doppia spirale esistente a livello mondiale, è ancora all’avanguardia in termini di innovazione, prestazioni e affidabilità. Già da più di 25 anni...

Indietro