Il birrificio tradizionale Sternquell ha usato la tecnologia GEA per consolidare la produzione nella sua sede di Plauen/Neuensalz nella regione del Vogtland in Sassonia. Per sfruttare al meglio preziose materie prime e risorse, per il nuovo impianto del birrificio è stato messo a punto un sistema interconnesso che consente di automatizzare completamente il processo di birrificazione.

Trasferimento a Neuensalz

Assumendosi un chiaro impegno per la qualità e la sostenibilità, Sternquell ha trasferito le proprie attività di produzione da Dobenstraße a Plauen/Neuensalz. E si è rivolta a GEA con la quale aveva già collaborato in passato, installando un sistema di controllo dei processi BRAUMAT™.

Tuttavia il trasloco presentava alcuni problemi. Poiché la sede di Neuensalz è a rischio sismico, l’impianto di assimilazione del lievito, il sistema di controllo della propagazione e il refrigeratore della birra installati in precedenza dovevano tutti essere spostati per creare uno spazio sufficiente al nuovo sistema e integrare piastre in acciaio nel sottofondo di pavimentazione. Inoltre era necessario ripensare gli spazi per fare in modo che i macchinari potessero entrare nel nuovo birrificio.

“La collocazione dei tini e delle attrezzature del birrificio intorno ai pilastri strutturali e alle capriate doveva essere pianificata fino all’ultimo centimetro” ha sottolineato il Sales Manager di GEA Matthias Schmidt. “Soprattutto l’altezza del soffitto ha richiesto una riprogettazione completa e un esame accurato delle tubazioni”. Per gli azionamenti e le valvole erano disponibili solo 2,5 m rispetto all’altezza normale di 3–5 m e non era possibile alzare il tetto!

Un altro aspetto fondamentale per il birrificio Sternquell era l’uso efficiente di materie prime e risorse. “Raggruppando le sedi di produzione, volevamo ottimizzare in modo sostenibile il processo di birrificazione ed eliminare il trasporto giornaliero di birra e mosto” spiega il responsabile del progetto Rüdiger Senf. Inoltre, per soddisfare alcuni requisiti prestazionali (un contenuto solido nel mosto filtrato inferiore a 100 mg/L e un tempo di cottura inferiore a 60 minuti), nel birrificio a cinque tini GEA ha utilizzato una tecnologia collaudata, come l’unità di automazione qualità MILLSTAR™.

Sistema di filtrazione centrale con tubazioni convogliate in un collettore
Con il sistema di filtrazione centrale, tutte le tubazioni vengono convogliate in un collettore. Si viene così a creare una struttura più chiara, funzionale e facile da pulire.

Lavorando a ritmi serrati, il nuovo birrificio è stato installato e messo in servizio in appena 5 mesi. Il nuovo impianto di silos per il malto ha una capacità di ricezione di 40 t/h e una capacità di stoccaggio di circa 200 t e include anche la pulizia del malto insieme a trasportatori e un sistema di aspirazione. Durante l’installazione all’esterno/interno, GEA si è assicurata di ridurre al minimo le aree con necessità di protezione antideflagrante. Oltre agli adattamenti in termini di spazio, Sternquell ha cercato anche di creare processi di birrificazione più efficienti e una maggior flessibilità di produzione. GEA ha quindi installato la tecnologia dei tini di filtrazione LAUTERSTAR™ per ottimizzare il processo di birrificazione e implementare tempi ciclo più brevi.

Analogamente, ha installato macchinari JETSTAR™ per rendere più omogenea la fase di miscelazione del mosto e ridurre il carico termico. Lo spandimosto a due livelli assicura l’efficiente estrazione dei componenti volatili e di indesiderate sostanze odorose con un basso tasso di evaporazione, determinando un ridotto indice di acido tiobarbiturico (TBI) e un miglior sapore della birra. Un altro vantaggio di JETSTAR™ è la maggior flessibilità poiché il processo di conversione termica ed evaporazione può essere svolto in modo indipendente.

Circuiti dell’acqua ottimizzati

Sistema di lavaggio CIP/SIP
Sistema di lavaggio CIP/SIP

Per soddisfare i necessari requisiti di igiene è stato installato un nuovo sistema CIP/SIP con programmi di lavaggio personalizzati e ora, prima di aggiungere il lievito, si utilizza un sistema di raffreddamento del mosto monofase. Con un raffreddamento fino alla temperatura di coltura in meno di 50 minuti, tutto il calore del mosto viene riconvogliato nel processo di birrificazione e, a seconda del numero di cicli al giorno, l’acqua di cottura può essere raffreddata in continuo o nelle fasce orarie in cui i costi dell’energia sono inferiori.

Processi intuitivi e più brevi

BRAUMAT™ V 7.0 controlla il processo di birrificazione completamente automatizzato
Nel 2004 GEA installò BRAUMAT™ Versione 5.3 nell’area di maturazione e fermentazione appena costruita. Oggi BRAUMAT™ V 7.0 controlla il processo di birrificazione completamente automatizzato.

Parallelamente alla messa in servizio, gli operatori hanno iniziato il loro training di 6 mesi. “Come sempre, per utilizzare la tecnologia più avanzata è necessario possedere competenza e know-how” ha detto Rüdiger Senf parlando del passaggio alla nuova tecnologia. “Eppure ricorderò sempre l’entusiasmo degli operatori”. Commentando il nuovo birrificio, Rüdiger aggiunge: “I nuovi processi sono intuitivi. Tutto è molto più comodo e veloce — soprattutto grazie all'espansione e all’installazione del sistema di controllo BRAUMAT™”.

Tutte le fasi del processo — nel birrificio e nel blocco freddo — sono collegate e ottimizzate per una produzione completamente automatizzata, determinando cicli molto più brevi. Con il nuovo sistema si è riusciti a ridurre il tempo di cottura con lo stesso mosto da 4 ore a 150 minuti.

Valida collaborazione

Durante la valutazione congiunta delle fasi del processo, GEA ha collaborato strettamente con Sternquell per apportare le regolazioni finali e modifiche di precisione. “La collaborazione è sempre stata orientata alla soluzione” afferma Matthias Schmidt. “Oltre a fornire la tecnologia per i sistemi, riteniamo importante creare collaborazioni di lunga durata con i nostri clienti, inclusi servizi di consulenza dopo il progetto”. Per assicurare l’applicabilità futura dell’intero sistema, GEA ha messo a punto un pacchetto di assistenza completa, che include manutenzione, servizi e un accordo di consulenza per possibili variazioni delle ricette.

Vantaggi nell’attività quotidiana – il bilancio

Il nuovo birrificio è stato inaugurato ufficialmente nell’agosto 2016. Allora il Dr. Jörg Lehmann, Chief Technology Officer di Kulmbacher Group e Managing Director del birrificio Sternquell commentò: “Dopo una così lunga attesa, il personale è finalmente in un’unica sede. Procedure di lavoro e processi nuovi e più rapidi hanno contribuito ad aumentare la motivazione del personale e a migliorare la comunicazione interna”.

In breve, il nuovo birrificio ha avuto molti effetti positivi. Oltre agli aspetti economici e alla minimizzazione del rischio di infezioni eliminando il trasporto, Sternquell si era fermamente impegnato per la sostenibilità ambientale. “L'ecocompatibilità è fondamentale nella filosofia di produzione di Sternquell” ha dichiarato Lehmann. “Ciò include sia il trattamento efficiente delle risorse naturali come acqua e gas naturale che la decisione di identificare potenziali risparmi e sfruttarli”. In conclusione, tutti sono concordi nel sostenere che grazie alla tecnologia GEA, l’intelligente progetto del birrificio è un brillante esempio di alte prestazioni, efficienza e produzione ecosostenibile.

Indietro