GEA ha sviluppato un processo per effettuare l'essiccazione a spruzzo dell'aloe vera destinata all'utilizzo nei settori alimentare, delle bevande e dei cosmetici. Fino ad ora, questa pianta terapeutica è stata essiccata al sole in maniera naturale, un processo piuttosto rozzo con impieghi limitati, oppure è stata sottoposta a una preparazione lunga e costosa di liofilizzazione per l'utilizzo farmaceutico. Il nuovo processo colma la lacuna fornendo una polvere di alta qualità adatta a essere utilizzata nella cura personale, per prodotti nutraceutici e alimentari.

La soluzione GEA per la lavorazione dell'aloe vera

GEA fornisce già una tecnologia di liofilizzazione in grado di produrre una polvere di aloe vera della massima qualità per l'impiego nei prodotti farmaceutici. Tuttavia l'essiccazione a spruzzo offre un'opzione efficiente ed economica per coloro che desiderano utilizzare il prodotto finale essiccato come agente per migliorare le proprietà funzionali di yogurt, condimenti, bevande creme per il viso e cosmetici.

Il processo richiede la lavorazione delle foglie dei cactus di aloe vera in modo che la polpa che assorbe l'umidità possa essere disintegrata ed essiccata a spruzzo in maniera efficiente. Le foglie sono dapprima sfilettate per rimuovere il guscio esterno duro. Il prodotto restante, ovvero il tessuto interno, è costituito per il 98% da acqua e solo per il 2% da materia fibrosa che si comporta come una spugna. Ciò significa che, un volta essiccata a spruzzo, l'aloe vera agisce come un agente addensante, fornendo consistenza e volume al prodotto finale senza tuttavia aggiungere calorie.

Il filetto di aloe vera passa quindi attraverso uno spruzzatore e una macchina di macinazione per creare un prodotto che possa essere anatomizzato; la pasta di prodotto viene quindi riscaldata a meno di 50°C e addizionata con enzimi in un reattore: questi enzimi spezzano le catene cellulosiche riducendo la viscosità. Le fibre vengono quindi separate e quelle più piccole di 200 micron proseguono nel processo. L'aloina, utilizzata come agente amaricante nelle bevande e come lassativo farmaceutico, viene estratta. La polpa rimanente viene quindi pastorizzata producendo un gel. Dopo l'evaporazione, per aumentare i solidi totali del gel, quest'ultimo viene essiccata spruzzo fino a ottenere una polvere fine e scorrevole. 

L'essiccazione a spruzzo offre accessibilità a un'ampia gamma di industrie

Robert Djernaes, Responsabile del Gruppo vendite alimentari di GEA, Danimarca, ha spiegato che i nuovi processi sono in grado di rendere l'aloe vera molto più accessibile a un'ampia gamma di industrie. "La polvere essiccata spruzzo è perfetta per essere utilizzata in tutti prodotti e il processo di essiccazione a spruzzo ha abbattuto i costi dell'operazione rispetto alla liofilizzazione," ha spiegato. "Siamo certi che il processo verrà ampiamente utilizzato in tutte le industrie alimentari e della cura personale. È la prima volta che questo processo viene prodotto industrialmente e siamo felici di poterlo includere nei processi del core business di GEA."

Indietro