Gli allevatori di capre neozelandesi Wiebe e Piety Smitstra hanno installato nella loro sala di mungitura un sistema a spina di pesce double-up a linea bassa, che include stacchi automatici, lattometri e il software DairyPlan. Considerando i vantaggi in termini di efficienza ne è valsa la pena e la famiglia Smistra ha notato un considerevole miglioramento per quanto riguarda tempi di mungitura, salute degli animali e gestione della mandria.

L'azienda di 130 ettari degli Smitstra a Matamata, una piccola comunità nel cuore della regione di Waikato nell'isola del Nord della Nuova Zelanda, ospita un gregge di 1200 capre da latte. La maggior parte sono di razza Saanen, originaria della Svizzera. Circa il 30% del gregge viene sostituito annualmente e tutti i capi vengono allevati in azienda.

La mungitura delle capre è un'attività familiare. Wiebe e Piety sono nel settore da 25 anni e nel frattempo hanno cresciuto cinque figli. Attualmente l'azienda è gestita da Wiebe e Piety con l'aiuto di due dei loro figli. Le capre vengono munte due volte al giorno, con Wiebe che si occupa del turno del mattino e i ragazzi di quello del pomeriggio.

In passato utilizzavano una vecchia sala a spina di pesce da 40 poste con gruppi di mungitura "swing over" e pulsazione a linea alta. In questa sala la famiglia trascorreva fino a otto ore al giorno, quattro al mattino e altre quattro alla sera.

Le Capre di Wiebe Smistra

Aumento dell'efficienza con GEA 

Avendo intenzione di aumentare l'efficienza, Wiebe si è rivolto all'Area Sales Manager responsabile di GEA e al partner di assistenza di GEA Matamata Milk and Water.

"Ho spiegato quel che volevo e mi hanno proposto tante buone idee, trasformando la nostra vecchia sala di mungitura in un impianto moderno ed efficiente" dice Wiebe. "Ho scelto di lavorare con GEA perché c'è molta ricerca dietro alle loro attrezzature e l'azienda vanta una lunga esperienza nel settore della mungitura delle capre a livello mondiale".

Le attrezzature di GEA per la mungitura di capre sono progettate specificamente per il comfort dell'animale, mentre la gamma offre flessibilità agli allevatori che dispongono di un budget limitato, con possibilità di aggiornamento in qualsiasi momento. La maggior parte delle attrezzature può essere adattata alle sale esistenti.

Rinnovando il suo impianto, Wiebe ha raddoppiato la capacità della sala a 80 poste. Fra le nuove funzioni rientrano l'installazione nella linea bassa con dispositivi di stacco, lattometri Metatron insieme a unità di controllo DemaTron 70 (con stacco in base al tempo o al flusso) e PPiD (per point identification) con RFID. DairyPlan viene collegato per registrare il tempo, il volume di mungitura e la conduttività per ogni animale, con informazioni aggiuntive su salute degli animali, accoppiamento e riproduzione.

“Ho spiegato quel che volevo e mi hanno proposto tante buone idee, trasformando la nostra vecchia sala di mungitura in un impianto moderno ed efficiente".- Wiebe Smitstra, allevatore di capre da latte, Nuova Zelanda

Sensoris per Impianto di mungitura capre a Spina di pesce

Le modifiche sono state caratterizzate da un efficace rapporto costi/benefici. 

Wiebe dice che dopo l'aggiornamento di GEA, una sola persona è in grado di mungere senza problemi 420 – 500 capre all'ora. Risparmiano un'ora al mattino e un'altra ora e 20 minuti la sera. E questo grazie alla spruzzatura dei capezzoli. 

"Una sala di mungitura double up consente di accelerare notevolmente l'attacco delle tettarelle e lo stacco automatico impedisce la sovramungitura" continua Wiebe. 

Un altro grande vantaggio è, a suo avviso, la possibilità di registrare i dati. Inoltre può vedere esattamente come produce ogni capra mentre la sta mungendo e le informazioni vengono visualizzate sui terminali Dematron sopra ciascun animale. Queste vengono trasmesse a DairyPlan e quindi gli Smitstra sono in grado di identificare gli animali che hanno una buona produzione costante. Inoltre possono anche verificare la salute degli animali e accorgersi di eventuali problemi di mastite prima di poterlo osservare direttamente coi propri occhi.

Pietry Smistra al Dairy-Plan

I dati consentono anche un risparmio economico agli Smistra. Ad esempio erano soliti effettuare 4 test dei capi all'anno ma ora non ne hanno più necessità dal momento che possono visualizzare tutti i dettagli in DairyPlan. Ciò consente di risparmiare circa 14.000 NZD all'anno. 

Wiebe nota che i livelli di produzione sono rimasti simili per ogni capra ma l'upgrade consente loro di mungere più capi. Inoltre aggiunge che anche le condizioni degli animali sono migliorate. “All'inizio della stagione abbiamo avuto alcuni problemi di salute per alcuni animali. Ma da quando siamo passati al nuovo impianto, questi problemi sono spariti”. Lo scivolamento delle tettarelle è ormai storia passata e anche i problemi di qualità sono diminuiti.

Wiebe Smistra con la famiglia

Pronti al futuro

"In generale siamo stati attenti a non fare investimenti eccessivi" dice Wiebe. "Ma riteniamo che l'industria caprina (in Nuova Zelanda) continui a migliorare, con un mercato molto più positivo rispetto a 20 anni fa. La cooperativa (NZ Dairy Goat) continua a volere più latte e noi puntiamo sempre a migliorare la nostra attività". 

Gli Smitstra sono ben attrezzati per aumentare la produzione con una sala di mungitura di alto livello e buone informazioni sulla mandria. Da allora hanno costruito una nuova stalla e aumenteranno il numero di capi.

Caratteristiche principali

  • La mungitura di 1200 capre due volte al giorno richiedeva 8 ore/giorno.
  • La sala esistente è stata ammodernata con il sistema a spina di pesce double-up (80 poste) di GEA,dispositivi di stacco a linea bassa, lattometri Metatron e unità di controllo DemaTron 70, PPiD con RFID e software DairyPlan.
  • Con il retrofit di GEA, il tempo di mungitura è stato ridotto di oltre 2 ore al giorno.
  • Altri vantaggi: registrazione dei dati di produzione di ogni animale, meno problemi di salute per gli animali, notevole risparmio economico.
Indietro