Le unità di vuoto a vapore sono componenti fondamentali per una raffineria. Il nuovo design dell'eiettore GEA con un minore consumo di vapore consente di contenere i costi di funzionamento delle colonne del vuoto.

Il consumo di vapore è un indicatore essenziale del funzionamento corretto degli impianti petrolchimici, mentre i costi energetici aumentano da decenni. In Europa quasi tutte le grandi società petrolchimiche tentano di ridurre i propri costi operativi eseguendo la colonna di distillazione con vuoto a bassa intensità e riducendo il consumo di vapore nei propri impianti.

GEA offre unità di vuoto a vapore efficienti e ha speso tempo e denaro presso il banco di prova nel suo centro di Ricerca & Sviluppo a Karlsruhe, esaminando quasi tutti gli eiettori prodotti. Si ottiene un enorme database che consente a GEA di migliorare il design meccanico degli eiettori in termini di minore consumo di vapore.

Nel corso di numerosi studi di revamping sulle unità di vuoto esistenti, GEA ha verificato che:

  • grazie all'impiego degli eiettori GEA, le condizioni di consumo sono ottimizzate nonostante continuino ad essere impiegati i condensatori esistenti,
  • il nuovo design dell'eiettore permette risparmi sui costi gestione e un ritorno dell'investimento in meno di 2 anni,
  • la riduzione significativa del vapore e quindi l'impronta di CO2 spesso permette di finanziare in modo intelligente la rimessa a nuovo (revamping).

Recentemente GEA ha ricevuto l'ordine di eseguire il revamping di un'unità di vuoto esistente in una raffineria spagnola, in quanto si erano ottenute riduzioni significative del vapore.

Indietro