GEA ha realizzato una seconda linea di crioconcentrazione per il produttore giapponese di latticini Meiji per fornire latte concentrato di alta qualità da utilizzare nella gamma di bevande a base di latte dell'azienda.

Entrambe le linee utilizzano la più recente tecnologia IceCon® di GEA che incorpora un tipo completamente nuovo di colonna di lavaggio idraulico per la separazione del ghiaccio che soddisfa gli standard di qualità del prodotto, igiene ed elevata produttività dell'azienda. Secondo Meiji il nuovo sistema riduce i costi di investimento e produzione e fornisce all'azienda un prodotto di prima classe e di alta qualità che sarebbe stato impossibile ottenere utilizzando la tradizionale tecnologia di evaporazione.

 

Il motivo della scelta

Dopo il calo degli ultimi anni, ora il mercato dei prodotti lattiero-caseari è di nuovo in crescita. La domanda è in gran parte per prodotti a basso contenuto di grassi e arricchiti di calcio ma i clienti preferiscono il gusto del latte crudo fresco, non contaminato dal trattamento termico. Utilizzando questa nuova tecnologia di GEA, Meiji è in grado di fornire prodotti con la freschezza e il gusto naturale che i suoi clienti richiedono.

Lo stabilimento di Meiji

Lo stabilimento di Meiji si trova a Hokkaido, l'isola a nord del Giappone. L'azienda è uno dei maggiori produttori di latte in Giappone con un'ampia gamma di prodotti, tra cui latte alimentare, yogurt, cioccolato, alimenti per l'infanzia e prodotti speciali. Lo stabilimento di Hokkaido concentra il latte scremato per facilitarne il trasporto agli stabilimenti produttivi dell'azienda in altre parti del Paese.

In passato l'impianto utilizzava l'evaporazione per rimuovere l'acqua e aumentare il contenuto di solidi. Tuttavia, concentrandosi sulla qualità del prodotto, l'azienda ha lavorato con GEA per sviluppare una tecnologia alternativa in grado di raggiungere la produttività richiesta, evitando qualsiasi effetto sul gusto causato dal calore applicato durante l'evaporazione.

GEA IceCon®

Il nuovo sistema utilizza un processo di crioconcentrazione a tre stadi per ottenere il risultato desiderato. Il latte viene normalmente pastorizzato prima di passare attraverso il processo GEA IceCon® che ne aumenta il livello di solidi fino al 33%, il massimo livello possibile senza rischiare precipitazioni di lattosio durante il trasporto.

La crioconcentrazione funziona creando cristalli di ghiaccio puro in un liquido, per poi rimuoverli ottenendo così un prodotto concentrato. Il principio è ben consolidato, tuttavia GEA ha sviluppato e migliorato il processo IceCon® per soddisfare le esigenze di Meiji. Un elemento chiave è la nuova colonna di lavaggio idraulico che separa continuamente i cristalli di ghiaccio dal concentrato. Invece di utilizzare un pistone alternativo per rimuovere il ghiaccio, il nuovo sistema utilizza pompe per creare un processo continuo più economico ed efficiente che soddisfa i requisiti di capacità e sanitari del cliente.

Il gusto fresco del latte intero

Concentrando il latte in questo modo, Meiji è in grado di creare un prodotto dal gusto fresco che al palato è lo stesso del latte intero, ma con meno grassi.

Tetsu Kamiya, direttore del Gruppo di strategia di ricerca e sviluppo di Meiji R&D, ha confermato che il sapore del latte e il suo valore nutrizionale rimangono inalterati dal processo. "Questo è impossibile con un sistema di evaporazione", ha detto. "Crediamo che questo prodotto di alta qualità ci renda competitivi sul mercato giapponese".

Meiji Milk Products

Risparmio economico

Ci sono anche risparmi sui costi. Poiché il prodotto viene mantenuto a temperature sotto zero per inibire la crescita batterica, è stato possibile abbreviare il CIP (Clean in Place) riducendo i tempi di fermo macchina e il consumo complessivo di prodotti chimici e acqua. "Questo ha un enorme impatto sui costi operativi", ha detto il dottor Kamiya. L'integrazione del calore viene utilizzata anche per ridurre ulteriormente i costi dell'impianto.

Poiché le attrezzature sono anche più compatte, è possibile ospitarle in ambienti più piccoli e l'acqua fredda di IceCon® può essere riutilizzata nel processo di pre-raffreddamento. "Il costo totale è inferiore a quello della ricompressione termica del vapore e simile alla ricompressione meccanica", ha continuato. Anche le temperature ambiente fredde del nord del Giappone, specialmente in inverno, contribuiscono a rendere il processo IceCon® più economico dell'evaporazione.

Nessuno ci crede, ma è vero. Questa è una rivoluzione per l'industria lattiero-casearia" - Dr. Tetsu Kamiya, direttore del Gruppo di strategia di ricerca e sviluppo di Meiji

Evoluzione della colonna di lavaggio

Jan van Esch, Product Manager for Freeze Concentration and Melt Crystallization di GEA, ha spiegato che gli ingegneri GEA hanno completamente ridisegnato la colonna di lavaggio per questa applicazione. "Abbiamo raddoppiato la produttività con le stesse dimensioni dell'attrezzatura utilizzando l'idraulica piuttosto che un pistone", ha detto. "Poiché si tratta di una soluzione senza precedenti, riteniamo che sia il primo impianto di questo genere al mondo. Esaminando attentamente il progetto e apportando modifiche per massimizzare l'efficienza, abbiamo portato il concetto dalla fase pilota iniziale a una vera e propria scala industriale. Durante tutto il tempo abbiamo lavorato a stretto contatto con Meiji che ci ha sostenuto, mantenendo un atteggiamento molto positivo. Siamo molto soddisfatti del risultato che, a nostro avviso, impone uno standard di riferimento nella tecnologia delle colonne di lavaggio".

Nell'esecuzione, sono stati coinvolti i responsabili di progetto e gli ingegneri del centro tecnologico di crioconcentrazione in Olanda e anche GEA Japan. Questa stretta collaborazione e il lavoro di squadra hanno portato a diversi miglioramenti della seconda linea con una messa in servizio e un avviamento senza difficoltà.

Indietro