GEA ha dimostrato la sua capacità di applicare la sua competenza nella refrigerazione dei processi per soddisfare i requisti di Linde Engineering North America - come parte di un progetto con base negli Stati Uniti - dalla fase di produzione a quella di refrigerazione ed evaporazione.

Il cliente

Linde Engineering North America Inc. (LENA) fa capo alla società The Linde Group, leader mondiale nel settore del gas e dell’ingegneria industriale. LENA fornisce tecnologia, progettazione, approvvigionamento e costruzione di impianti per gas di sintesi, separazione dell’aria e petrolchimici nonché apparecchiature per raffineria e petrolchimica Selas Fluid Processing.

Sistemi di refrigerazione - un requisito fondamentale nell’industria

Le raffinerie, gli impianti petrolchimici e i complessi chimici integrati si basano su sistemi di refrigerazione su larga scala per il funzionamento regolare e sicuro delle loro attività quotidiane. Questi sistemi spesso utilizzano ammoniaca (NH3) - un refrigerante naturale, termodinamicamente efficiente ed economico. 

La sfida del cliente

Linde aveva richiesto progettazione ed esecuzione di un’unità di refrigerazione su scala industriale in grado di eseguire un ciclo di raffreddamento a tre livelli di temperatura (-37°/-5/+5 °C) per diverse applicazioni di processo in un impianto di produzione di ammoniaca.

Considerazioni

I processi industriali richiedono lo stoccaggio di ammoniaca a basse temperature in grandi serbatoi a bassa pressione. Soprattutto in presenza di alte temperature esterne, il trasferimento del calore dell’ambiente al serbatoio di stoccaggio è un fattore importante da considerare per gli operatori degli impianti. Un indice del trasferimento di calore è la formazione di vapore, noto come boil-off gas (BOG). L’isolamento del serbatoio è fondamentale per limitare i livelli di evaporazione a una soglia di riferimento standardizzata.

La soluzione

Vista interna Linde

La soluzione tecnologicamente avanzata di GEA include la progettazione di un’unità di evaporazione, appositamente realizzata per il flusso di boil-off dal serbatoio di ammoniaca e per i flash gas che vengono generati quando l’ammoniaca nuovamente liquefatta dell’unità di evaporazione viene riconvogliata nel relativo serbatoio. La soluzione è stata collaudata a temperature ambiente estremamente basse e alte e secondo le specifiche di progetti tecnicamente complessi. La capacità di processo dell’unità di refrigerazione dell’impianto di ammoniaca è di 40 t/h, mentre l’unità di evaporazione associata esegue un ciclo di raffreddamento per condensare il flusso di boil-off dal serbatoio di ammoniaca durante i periodi di inattività. L’unità di evaporazione ha il compito di trattare in modo sicuro il flusso di boil-off del serbatoio di ammoniaca nonché i flash gas generati quando l’ammoniaca nuovamente liquefatta dell’unità di evaporazione viene riconvogliata nel relativo serbatoio.

L’unità di refrigerazione dell’impianto di ammoniaca è costituita da tre compressori a vite ad iniezione d’olio con tre diversi livelli di pressione per processare diversi flussi di vapore e dai relativi scambiatori di calore e separatori a tamburo per completare il processo di refrigerazione. Il pacchetto BOG per ammoniaca fornito al cliente era costituito da un compressore a vite per comprimere il gas di ammoniaca e trasferirlo al condensatore. Con il lavoro del compressore si ottiene un effetto di refrigerazione e il carico termico passa dalla bassa all’alta temperatura.

La soluzione di GEA è un esempio di come la nostra competenza nei processi di refrigerazione con ammoniaca fornisca sistemi personalizzati altamente efficienti a clienti in tutto il mondo. Grazie alla flessibilità di GEA, i suoi ingegneri sono in grado, se necessario, di progettare soluzioni con tecnologie di compressori di terzi. 

Indietro