Dopo la riuscita collaborazione per lo sviluppo di impianti farmaceutici, incluso il più grande impianto completamente automatizzato del mondo per la produzione di sciroppi e sospensioni, GEA è stata la prima scelta come unico partner per la fornitura di soluzioni complete quando il direttore generale di Julphar (Gulf Pharmaceutical Industries), produttrice di insulina con base negli EAU e una delle più grandi società farmaceutiche del Medio Oriente, ha avuto l'intenzione di discutere un nuovo progetto.

Avanguardia su scala globale

Il nuovo impianto da 136 milioni di dollari a Ras Al Khaimah negli Emirati Arabi Uniti doveva essere uno dei più grandi impianti tecnologici al mondo per la produzione di cristalli d'insulina umana ricombinante. Doveva avere una superficie di 20.000 metri quadri, inclusi 5.000 metri quadri di camere bianche e circa 17 km di tubazioni igieniche. Si trattava di un progetto davvero consistente che, una volta completato, avrebbe prodotto 1500 kg di insulina all'anno.

Nell'autunno del 2006, GEA iniziò a lavorare sulla concezione iniziale e sui preventivi di budget. Nel 2007, la società lavorò per portare i sistemi dai livelli di laboratorio ai livelli di produzione e definì importanti parametri procedurali che sarebbero serviti come base per la selezione delle apparecchiature di processo. Entro il 2009, tutti i piani e la progettazione dell'impianto di produzione furono completati. Il progetto doveva fornire tutti i sistemi di utenze igieniche e gestire l'integrazione dei processi, inclusi fermentazione, raccolta, cromatografia, filtraggio e liofilizzazione.

Ralph Schulze, responsabile della divisione Pharma and Biotechnology di GEA, osservò: “Iniziammo a lavorare in loco nell'autunno del 2010. Dovevamo gestire scrupolosamente un team di 100 tecnici e installatori, ed essere molto flessibili; alcuni aspetti del processo dovevano essere ottimizzati e modificati per soddisfare requisiti specifici. Entro la fine del 2011 i lavori principali furono completati”. Con un'eccellente collaborazione del team tecnico di Julphar, il progetto fu portato a termine con successo. “Riuscimmo a completare il progetto in tempi molto brevi grazie alla nostra collaborazione passata” ha dichiarato Schulze. 

Forte collaborazione

Ralph Schulze, responsabile della divisione Pharma and Biotechnology di GEA, osservò: “Iniziammo a lavorare in loco nell'autunno del 2010. Dovevamo gestire scrupolosamente un team di 100 tecnici e installatori, ed essere molto flessibili; alcuni aspetti del processo dovevano essere ottimizzati e modificati per soddisfare requisiti specifici. Entro la fine del 2011 i lavori principali furono completati”. Con un'eccellente collaborazione del team tecnico di Julphar, il progetto fu portato a termine con successo. “Riuscimmo a completare il progetto in tempi molto brevi grazie alla nostra collaborazione passata” ha dichiarato Schulze.

Indietro