Spray dryer SPRAY FLUIDIZER™

Lo SPRAY FLUIDIZER™ è la soluzione per produrre granulati compatti ad alta densità, scorrevoli e privi di polvere tramite un processo di solidificazione di materiale solido contenuto in materiali liquidi non sensibili al calore - siano essi soluzioni, sospensioni, impasti semiliquidi o ottenuti per fusione.

Prodotti secchi in forma granulare

SPAR FLUIDIZER prodotto 1200x675

La domanda di prodotti secchi in forma granulare è in crescita. Ciò è dovuto in particolare al fatto che i granuli sono privi di polvere e facili da trattare, il che consente di rispettare norme di tutela ambientale sempre più severe. Combinando le tecnologie di spray drying e a letto fluido, GEA ha sviluppato un processo continuo per la produzione di prodotti granulari: lo PARY FLUIDIZER™. Si tratta di una soluzione efficiente per le aziende del settore chimico impegnate nella produzione di prodotti ad elevata resistenza quali proppanti ceramici, solfati, cloruri, sali e acidi organici.

Il processo di essiccazione

Lo SPRAY FLUIDIZER™ semplifica un processo continuo in cui il meccanismo di crescita delle particelle è costituito dalla stratificazione e dalla simultanea essiccazione del materiale liquido. Il sistema combina le tecnologie di spray drying e a letto fluido, in quanto l’evaporazione ha inizio quando il materiale è atomizzato e prima che le particelle possano aderire agli agglomerati o ai granulati dello strato di polvere fluidizzata nel letto fluido.

Il materiale viene atomizzato tramite degli ugelli per poi essere vaporizzato in uno strato di prodotto fluidizzato. I granuli vengono continuamente rimossi dal letto fluido tramite una valvola rotativa mantenendo costante il livello dello strato fluidizzato. A seguito di uno stadio di setacciatura successivo i granuli delle dimensioni desiderate vengono fatti uscire dall’unità, mentre le particelle troppo grandi possono essere macinate e riciclate insieme a quelle troppo piccole e ai fini recuperati in un ciclone e/o in un filtro a sacco. In questo modo tutto il materiale che esce dall’impianto avrà le dimensioni desiderate. 

Un letto fluido con flusso a pistone viene impiegato in un secondo stadio di essiccazione e per il raffreddamento.