Tecnologia per la cristallizzazione Cristallizzatori DTB

Cristallizzatori DTB nell’industria chimica

Il cristallizzatore a turbolenza draft-tube-baffle di GEA è il cristallizzatore moderno per applicazioni industriali

Cristallizzatori DTB

Capro NH4SO2 DTB

Il nome del cristallizzatore deriva dal fatto che produce due flussi di scarico, quello del materiale semiliquido che contiene i cristalli di prodotto e il secondo costituito dal liquido madre (solvente saturato) con una piccola quantità di fini. La configurazione del cristallizzatore è tale da favorire la crescita dei cristalli, e l’unità può generare cristalli di dimensioni mediamente superiori rispetto a quelli ottenuti con un cristallizzatore FC. La maggior parte dei cristallizzatori a turbolenza convenzionali operano sotto vuoto o a una pressione leggermente superiore a quella atmosferica.

Il cristallizzatore a turbolenza (DTB) è stato ampiamente studiato nell’ambito della teoria della cristallizzazione, e può essere progettato con precisione. Le zone di crescita e per il liquido madre chiarificato distinte consentono la definizione di parametri cinetici, così da poter determinare i tassi di crescita e di nucleazione. Grazie a queste caratteristiche il cristallizzatore a turbolenza è molto adatto alla descrizione con modelli matematici, e quindi il suo funzionamento è ben controllabile.