I separatori di GEA sono progettati per applicazioni a base liquida. Utilizzano la forza centrifuga per separare sospensioni composte da due o più fasi di densità diverse; possono cioè essere utilizzati per la separazione liquido-liquido, la separazione liquido-liquido-solido o la separazione liquido-solido. Separano miscele liquide con la stessa efficacia con cui al contempo rimuovono solidi.

I campi di applicazione vanno dai processi di separazione nelle industrie chimiche e farmaceutiche al recupero di olio e grasso per la produzione di prodotti lattiero-caseari, birra, vino, succhi di frutta e di verdura oltre che alla lavorazione di olio minerale e prodotti a base di olio minerale.

I separatori hanno tamburi con dischi o con camera anulare. Il loro è un funzionamento in continuo per quanto riguarda lo scarico delle fasi liquide. Per quanto riguarda invece lo scarico dei solidi, il loro funzionamento può essere discontinuo (p.es. le centrifughe discontinue a dischi che devono essere fermate per poter rimuovere a mano i solidi raccolti), semi-continuo (centrifughe a dischi con rimozione automatica dei fanghi = separatori autopulenti) o totalmente continuo (separatori a ugelli).

I separatori di GEA sono disponibili con diversi tipi di azionamenti: a ingranaggi, a cinghia, ad azionamento diretto e ad azionamento diretto integrato. Quest'ultimo rappresenta la prossima fase nella naturale evoluzione del processo di costruzione dei separatori e funziona senza albero motore, ingranaggi, cinghie, accoppiamenti e cuscinetti motore. Il numero ridotto di componenti installati non solo riduce le perdite di energia ma abbassa anche i costi di manutenzione, aumentando così l' efficienza operativa della macchina. Le esigenze di spazio delle macchine direct drive (macchine a trasmissione diretta integrata) sono approssimativamente di un terzo inferiori a quelle di macchine equivalenti a ingranaggi o cinghia piana.

I separatori di GEA con trasmissione diretta integrata, inoltre, consentono un'estrema flessibilità di utilizzo. La velocità del tamburo può essere variata all'infinito all'interno di un range specifico senza dover modificare il rapporto di trasmissione. Anche lo stesso processo di manutenzione è stato notevolmente semplificato. Per esempio, l'albero può essere estratto dalla sede dei cuscinetti semplicemente allentando i bulloni. Il design innovativo della trasmissione diretta integrata permette inoltre di sostituire il motore completo di trasmissione nel giro di poche ore quando si rende necessario un intervento di manutenzione - si tratta di tempo molto prezioso che può essere usato in maniera produttiva per altre attività.