Progettato per una maggior pulizia

GEA sta sviluppando un innovativo decanter per la lavorazione dei prodotti lattiero-caseari che aprirà la strada all'uso di nuovi design igienici.

Per quanto tutti gli impianti per l'industria alimentare soddisfino già le più stringenti norme di igiene, sicurezza e qualità, GEA sta lavorando alla prossima generazione di decanter in base alla quale verranno definiti nuovi parametri in fatto di igiene.

Thomas Veer, Technology Manager del settore Beverage and Dairy di GEA, ne sta coordinando le attività di sviluppo. "Benché dal punto di vista dell'igiene le prestazioni e il progetto della nostra gamma di decanter fossero già buoni, sentivamo che c'era ancora spazio per migliorarli", spiega. 

Tutti i macchinari utilizzati per la lavorazione dei cibi, delle bevande e dei prodotti farmaceutici devono rispettare norme sanitarie ben precise: le EHEDG per il mercato europeo e le 3-A negli Stati Uniti. GEA ha progettato i suoi impianti in conformità allo standard 3-A, considerato il più rigoroso, in particolar modo per gli impianti utilizzati nell'industria del latte.

"Abbiamo invitato un consulente esperto di norme 3-A a fornire il suo contributo al progetto del nuovo decanter, della cui costruzione si sta attualmente occupando il team costruzioni GEA," spiega Thomas. "Allo sviluppo di questo nuovo prodotto ha partecipato anche uno dei nostri clienti, oggi abituale acquirente."

Una delle caratteristiche principali del nuovo progetto è la superficie liscia dell'apparecchio che impedisce l'attacco dei batteri e che ne rende più facile la pulizia. Le guarnizioni sono state anch'esse rimodellate, così da potersi adattare meglio nella loro sede, e lasciare uno spazio ben definito affinché si possano pulire meglio e si evitino rimasugli di prodotto.

Il nuovo decanter verrà utilizzato, per esempio, nella lavorazione della caseina presamica a una temperatura di 40 °C (le condizioni ideali perché i batteri possano proliferare). Considerato che la caseina presamica viene utilizzata nella produzione di formaggio e alimenti per l'infanzia, le norme sanitarie che vi si applicano sono molto stringenti.

Thomas è fiducioso del fatto che il nuovo decanter igienico possa essere migliore di altri prodotti analoghi presenti sul mercato e possa permettere a GEA di estendere la tecnologia al mercato dell'industria lattiero-casearia.

Nel frattempo, assieme al reparto automazione sta lavorando a una serie di progetti, uno dei quali prevede di rendere più funzionali i separatori per l'industria lattiero-casearia.

Torna a inizio pagina