Estratti vegetali

Nel mondo esistono circa 500.000 specie di piante superiori, circa 70.000 delle quali servono come base per farmaci di origine vegetale. Nonostante le applicazioni degli ingredienti vegetali attivi siano differenti, tutti condividono una caratteristica comune: sono sostanze estremamente sensibili che devono essere trattate con la dovuta delicatezza nel processo biotecnico utilizzato per produrle. I decanter di estrazione e i separatori per la raffinazione di GEA sono appositamente progettati per questo scopo.

Adattamento preciso ai parametri di processo

La struttura e l'attività biologica delle sostanze comportano l'uso di condizioni molto specifiche per quanto riguarda i mezzi di processo. L'estrazione è particolarmente idonea a questo scopo ma deve essere adattata con precisione a parametri di processo come pH, temperatura, concentrazione e alla struttura delicata delle sostanze preziose. L'efficacia di un prodotto fitofarmaceutico dipende anche da un dosaggio adeguato e costante dell'estratto vegetale, per cui la standardizzazione industriale è di enorme importanza. 

Macerazione o percolazione?

Gli estratti vegetali sono definiti come preparazioni concentrate di consistenza liquida, solida o viscosa. Di norma sono ottenuti per macerazione (estrazione fino all'equilibrio con acqua o alcol) o percolazione (estrazione fino all'esaurimento con acqua o alcol). Un fattore fondamentale nella produzione è la scelta dell'agente di estrazione. I componenti idrosolubili (idrofili) possono essere estratti con acqua, mentre i componenti liposolubili (lipofili) sono estratti da una parte particolare della pianta con alcol o altri solventi. 

L'estrazione a confronto con i processi tradizionali

Rispetto ai processi di separazione concorrenti, come distillazione, concentrazione e tecnologia a membrana, l'estrazione si è dimostrata più efficiente in termini di tecnologia di processo, più selettiva ed economica in numerose applicazioni. Non è soltanto estremamente delicata ma anche caratterizzata da un ridotto fabbisogno di energia.

Il tipico processo di estrazione vegetale

Il decanter di estrazione e i separatori per la raffinazione di GEA usati nell'industria nutraceutica e farmaceutica coprono tutti i processi e le modalità operative: si può realizzare l'estrazione liquido-liquido, come pure l'estrazione liquido-liquido-solido e liquido-solido, sia in una che in più fasi in equicorrente, controcorrente e a correnti incrociate. Il diagramma di flusso mostra un tipico processo di estrazione vegetale.