Lavorazione di proteine organiche

Gli enzimi, definiti come catalizzatori biologici macromolecolari, sono responsabili di migliaia di processi metabolici e si trovano in tutte le cellule viventi. Altamente selettivi, accelerano sia la velocità che la specificità delle reazioni metaboliche, dalla digestione degli alimenti (scomponendo amidi, proteine, grassi o zuccheri) fino alla sintesi del DNA, senza consumarsi. La maggior parte degli enzimi sono proteine, sebbene siano state identificate molecole di RNA catalitico.

Estrazione di enzimi mediante omogeneizzazione

La rottura di cellule microbiche è un primo passo fondamentale in questo processo e il crescente uso dell'omogeneizzazione ad alta pressione per ottenere enzimi intracellulari e organuli sta acquisendo sempre più importanza. Consente l'estrazione di sostanze intracellulari senza la necessità di usare solventi o altre sostanze chimiche per avviare la rottura delle pareti cellulari.

Estrazione di enzimi mediante separazione

I separatori e i decanter di GEA assicurano che gli enzimi intracellulari ed extracellulari siano separati senza danni e in concentrazioni elevate.

Produzione di enzimi intracellulari

Il glucosio isomerasi è un esempio di enzima che converte il glucosio in fruttosio ed è molto importante nell'industria degli amidi. L'enzima è prodotto e rimane nelle cellule dei microrganismi impiegati. Per processarlo, la fase liquida del brodo di fermentazione viene separata mediante centrifugazione dopo la fermentazione. I microrganismi concentrati sono ulteriormente trattati dopo la centrifugazione. Le pareti cellulari vengono rotte. A seconda della sua consistenza, la sospensione viene diluita prima di separare i frammenti cellulari in separatori continui. 

Produzione di enzimi extracellulari

I separatori e decanter di GEA sono ideali per il trattamento ottimale di enzimi di detersivi in polvere. Aria accuratamente purificata e sterilizzata viene iniettata in un fermentatore dotato di un agitatore. Le bolle d'aria sono distribuite nella soluzione nutritiva che è costituita da carboidrati, proteine, agenti di crescita e nutrienti. Questa viene sterilizzata, riscaldata a temperatura ottimale e poi inoculata con la coltura purificata di un microrganismo non patogeno. I microrganismi si nutrono convertendo le sostanze e simultaneamente producono gli enzimi. Questi vengono poi secreti nel brodo di fermentazione. Dopo la fermentazione, i microrganismi sono separati aggiungendo un flocculante e centrifugandoli con separatori e decanter. Le successive fasi di lavaggio e rimozione di impurità con centrifughe incrementano ulteriormente il rendimento e la purezza degli enzimi.