Filtrazione a membrana per polveri di latte di alta qualità

La produzione di polveri di latte di alta qualità che mantengano la composizione del prodotto e gli attributi delle polveri richiesti dipende dalla qualità delle piattaforme di processo e movimentazione dei liquidi, incluse le tecnologie di filtrazione a membrana. GEA offre una gamma configurabile di sistemi e soluzioni di osmosi inversa, microfiltrazione, ultrafiltrazione e nanofiltrazione all’avanguardia che possono essere realizzati su misura per soddisfare i requisiti di impianti per latte in polvere nuovi ed esistenti. I nostri clienti si affidano alla competenza tecnologica e progettuale che GEA vanta nel settore per ottimizzare la qualità del latte in polvere, i processi e il funzionamento degli impianti, aumentando al contempo l'efficienza, riducendo il consumo di acqua ed energia e minimizzando sprechi ed emissioni.

Dall’eliminazione di microorganismi alla pre-concentrazione

Le tecnologie di microfiltrazione di GEA rimuovono fisicamente microorganismi, cellule, spore e impurità dal latte, senza richiedere temperature elevate che possono modificarne la composizione chimica. Il permeato recuperato dal latte sottoposto a ultrafiltrazione può essere utilizzato anche per la standardizzazione, per ottimizzare il contenuto proteico del latte al fine di produrre polveri di latte con l’esatta composizione richiesta.

Le tecnologie di filtrazione di GEA possono anche contribuire a massimizzare efficienza operativa e di processo e a risparmiare sui costi. L’installazione di un sistema di osmosi inversa di GEA a monte di un impianto di evaporazione nuovo o esistente può determinare enormi risparmi per gli impianti di latte in polvere, grazie all’eliminazione dell’acqua dal latte o dal siero prima dell’evaporazione. Questo approccio può incrementare drasticamente la capacità di alcuni sistemi di evaporazione. 

Recupero di acqua e detersivi

I sistemi a osmosi inversa e nanofiltrazione filtrano i liquidi, principalmente acqua. Depurando quest’acqua recuperata attraverso il passaggio in un altro sistema a osmosi inversa di GEA è possibile utilizzarla per il lavaggio dell’impianto o, se viene anche riscaldata o sottoposta a raggi UV, direttamente come acqua di processo. 

E per tagliare i costi di pulizia dell’impianto e delle apparecchiature, è possibile installare sistemi di nanofiltrazione per filtrare le soluzioni detergenti usate dai sistemi cleaning-in-place. L’installazione di sistemi di nanofiltrazione a questo scopo consente il recupero di notevoli quantità di preziosi detersivi e agenti di pulizia come idrossido di sodio o acido nitrico.