Ottenere il massimo dal latte

Al servizio dell'industria lattiero-casearia dal 1893, la tecnologia di separazione meccanica di GEA continua a fornire soluzioni efficienti ed economiche per i processi di chiarificazione, scrematura, eliminazione dei batteri e standardizzazione nella lavorazione del latte crudo.

Per diverse ragioni, il latte deve essere chiarificato mediante separatori per migliorarne la qualità. Malgrado le misure d'igiene preventiva adottate, il latte crudo fornito agli stabilimenti di lavorazione dalle aziende agricole spesso contiene numerose sostanze indesiderate, come cellule somatiche e sangue derivati dalla mammella e impurità di origine aerea o da contatto con le mungitrici, le condotte del latte e i veicoli utilizzati per il trasporto.
  
I chiarificatori si prestano alla purificazione del latte freddo o caldo e sono facilmente integrabili nell'impianto. Il trattamento con i chiarificatori non causa perdite di prodotto e il materiale di scarto può essere convogliato direttamente a un impianto di neutralizzazione o trattamento delle acque reflue. La perdita di importanti nutrienti del latte come le proteine attraverso la chiarificazione è trascurabile.

Scrematura

Il latte non trattato contiene il 4% circa di grasso. Per produrre un latte magro, è necessario in primo luogo separare la panna. La separazione del latte può avvenire a caldo, a temperature di 50–60 °C, o a freddo a temperature di 4–30 °C. GEA offre entrambi i processi con il sistema procool . 
  
I separatori per scrematura della lineavol® proplus line definiscono nuovi standard in termini di protezione del prodotto e produttività. E con il sistema hydrosoft in dotazione a tutti i nostri separatori, siamo in grado di garantire minime pressioni di alimentazione e un ingresso controllato del prodotto, basse forze di taglio e di conseguenza la massima efficienza di separazione. Il sistema hydrosoft non utilizza tenute meccaniche che richiederebbero una frequente manutenzione e non necessita di acqua di raffreddamento aggiuntiva.

Eliminazione dei batteri

I batteri, i lieviti e le spore possono contaminare i prodotti a base di latte. Pertanto, un processo affidabile di chiarificazione dai batteri è della massima importanza. Le soluzioni GEA vanno dai processi di eliminazione dei batteri a uno o due stadi, fino alla chiarificazione batterica speciale del latte, la chiarificazione batterica del latte mirata per formaggi e il trattamento del siero concentrato. Inoltre, i separatori dotati di modulo GEA proplus oltre a rimuovere i batteri sono in grado di recuperare preziose proteine dai residui solidi.

Standardizzazione

Con il sistema standomat di ultima generazione, GEA è in grado di offrire una unità di standardizzazione per il contenuto grasso e proteico del latte. Il sistema misura e regola in modo continuo le caratteristiche definite durante il processo di produzione. I valori limite vengono rispettati con precisione per ottimizzare l'utilizzo delle risorse e poiché non si richiedono più campionamenti ripetuti, anche i controlli di laboratorio si riducono al minimo. Il versatile processo di tipo ottico può essere utilizzato per il latte destinato al consumo, il latte standardizzato per formaggi, i prodotti a base di yogurt, i prodotti standardizzati a base di panna, i prodotti ricombinati a base di latte, il latte condensato e la panna per caffè. 
  
Con il sistema dairysmart, GEA offre una piattaforma progettata per la scrematura del latte/siero caldo, la purificazione del latte, il monitoraggio del contenuto grasso della panna e la standardizzazione automatica in cisterna. Concepito per aziende lattiero-casearie di piccole e medie dimensioni, il sistema include la scrematrice ecocream per latte e siero in combinazione con un kit di produzione intelligente per una lavorazione del prodotto flessibile e il nuovo sistema di controllo IO di GEA.