Trattamento dei gas di scarico

Per l'industria chimica, in cui le correnti possono essere molto più complesse, forniamo sistemi di trattamento dell'aria di scarico che consentono il funzionamento degli impianti anche in presenza di elevate concentrazioni di composti organici alogenati, solforici e fosforosi.

Generalmente, i composti solforosi e alogenati esausti vengono trattati mediante una o più fasi di assorbimento a umido (scrubber) e una sezione di raffreddamento. 

Nel settore della chimica inorganica, gli scrubber vengono applicati per l'eliminazione di: 

  • Alogeni idrogenati
  • Ammine
  • Ammoniaca
  • NOx
  • Acidi citrici
  • SOx
  • Acidi solforici
  • Solfuri
  • Silani
  • Silossani
  • Ossido di silicio
  • Silice alogenica
  • Boro
  • Boro idrogenato
  • Acido borico
  • Anidride carbonica
  • Acidi fosforici
  • Fosforo alogenato
  • Ossidi fosforici
  • Ossido di titanio
  • Titanio alogenato
  • Fosgene

L'incenerimento del cloro contenente scorie o i processi di reazione in cui viene prodotto acido cloridrico producono gas scarico con quantità relativamente elevate di cloruro d'idrogeno che devono essere separate. Uno scrubber rappresenta la soluzione più economica per il lavaggio di questi gas di scarico.

La metallurgia non-ferrosa e ferrosa si occupa dell'estrazione e della lavorazione di minerali e della produzione di metalli non-ferrosi/ferrosi e delle loro leghe.  Durante questi processi, si ottengono sottoprodotti come polveri di ossidi metallici o di fertilizzanti minerali e componenti gassosi indesiderati che devono essere purificati prima di essere rilasciati nell'ambiente.