Depurazione dei gas di scarico dei processi

Gli impianti di jet scrubbing sono la soluzione ideale per la depurazione dell'aria di scarico dei processi di reazione chimica, per stabilimenti di produzione, per la deaerazione dei container e lo svuotamento delle autocisterne.

emission-process-exhaust-gas-cleaning-01

Come tutte le unita di depurazione a umido, negli impianti di jet scrubbing di GEA circola il liquido di lavaggio. Tuttavia, poiché  operano in base al principio di eiezione, non vi è alcuna perdita di pressione; al contrario, generano un aumento di pressione della portata di gas rendendo spesso superfluo l'utilizzo di un ventilatore.

Nel separatore dello scrubber sono installati tenute o piatti aggiuntivi come colonne in controcorrente per la depurazione fine. A seconda dell'applicazione particolare, è possibile progettare i jet scrubber anche in configurazione di multiplo effetto o in combinazione con scrubber di tipo Venturi o con separatori di gocce.

Come mezzo di lavaggio, sono utilizzati acqua pura, acidi diluiti o soluzioni caustiche. Ciò significa che gli scrubber sono la soluzione ideale per l'assorbimento di alogeni (F2, Cl2, Br2, I2), alogenuri di idrogeno (HF, HCl, HBr, HI), composti dello zolfo (SO2, SO3, H2S), ammoniaca (NH3) e alcol a basso peso molecolare, acidi carbossilici e ammine.

Inoltre, se i gas di scarico contengono una concentrazione sufficiente di una sola sostanza nociva, può essere possibile generare prodotti dai gas di scarico, come: 

  Produzione di acido cloridrico da HCI gassoso

•  Produzione di soluzione di ammoniaca dall'ammoniaca

  Produzione di bisolfito di sodio da SO2/SO3

  Produzione di candeggina dal cloro

A seconda della natura dei prodotti chimici depurati, gli impianti possono essere realizzati con materiali a base metallica (acciaio al carbonio, acciaio inossidabile, leghe o metalli non ferrosi), acciaio rivestito, termoplastiche o plastica rinforzata con fibra di vetro.